Le maiko della casa da thé Somaro

Fatevi intrattenere dalle maiko di Sakata

Da Bridget Ye   

Mistero, bellezza, eleganza. Questi sono solo alcuni dei tratti caratteristici di una maiko. Le maiko, in quanto apprendiste geisha, vengono addestrate a praticare varie forme d'arte, tra cui le danze tradizionali, suonare lo shamisen (una tipologia di strumento a corde giapponese) e la cerimonia del thé. Con i volti dipinti di bianco e delicate labbra rosse che lasciano intravedere l'ombra di un sorriso, si muovono con grazia nei loro bellissimi kimono. Come si può non trovarle affascinanti?

Vi piacerebbe incontrare una maiko?

Benvenuti nella casa da thé Somaro, un tempo la più popolare tra i marinai, che spendevano cifre da capogiro solo per poter godere della presenza delle grandi bellezze della vecchia città portuale di Sakata. Rinnovata e cambiatole il nome nel 2000 dopo essere stata registrata come "Patrimonio Culturale Materiale" nel 1996, al giorno d'oggi la Somaro non è più lo stesso ryotei, o ristorante tradizionale. Durante il periodo Edo era conosciuta come Soma-ya. La vecchia Soma-ya è stata sfortunatamente luogo dell'"incidente Soma-ya", durante il quale i ricchi mercanti di Sakata furono accusati di aver disonorato la famiglia imperiale. Tali mercanti vennero infatti trovati ad organizzare sontuosi banchetti vestiti da imperatore, imperatrice ed altri membri della famiglia reale.

Ancora oggi Somaro è forse una delle migliori destinazioni per andare a vedere le maiko. Semplicemente entrando nella casa da thé verrete subito accolti caldamente da una maiko in tutta la sua radiosa bellezza. Non mi sarei mai aspettata di scambiare delle parole con una maiko prima di visitare Somaro, ed ero decisamente poco preparato per questo incontro ravvicinato. Avere la possibilità di vedere una maiko in Giappone è sempre stato il mio sogno, quindi potete immaginare la mia sorpresa e completa perdita di parole o di qualsiasi altra capacità di comportarmi come un normale essere umano. La maiko mi parlava ma io non capivo bene quello che stava dicendo a causa del mio giapponese molto limitato, tuttavia non sono riuscita a risponderle anche a causa della mia meraviglia. In altre parole ho avuto un momento "fan-girl".

Somaro è sia un museo che una casa da thé che invita i visitatori ad esplorare il suo bellissimo interno. Imparate a conoscere la storia delle geisha di Sakata, apprezzate i dipinti di Takehisa Yumeji e abbandonatevi alla migliore delle attrazioni, la danza delle maiko. I visitatori hanno l'opzione di assistere allo spettacolo delle maiko mentre mangiano un bento per ¥3,500 alle 12:00, o senza pranzo per ¥1,000 alle 14:00 ogni giorno, ad eccezione del mercoledì e dei giorni di festa. Questi costi includono anche l'ingresso per visitare la casa da thé e le mostre tenute al suo interno. I prezzi sono ¥700 per gli adulti, ¥500 per i ragazzi delle medie e del liceo, ¥300 per i bambini delle elementari e asilo ed è gratis per i bambini sotto i 3 anni. E' vietato fare fotografie durante la danza, ma i visitatori posso fare foto alle, e con, le maiko dopo. La danza è meravigliosa, ma è tutto quello che vi posso dire, il resto lo scoprirete voi!

Sebbene tutto ciò che sono riuscita a dire durante la mia visita a Somaro è stato “arigatougozaimasu” in continuazione, e "sei troppo carina" ad una delle maiko, che mi ha poi risposto "grazie!", è stato una delle mie giornate migliori in Giappone. Quindi, se sapete parlare giapponese non dovete assolutamente perdere la rara opportunità di conversare con una maiko. Ora forza, andate a godervi la Somaro!

Questo articolo ti è stato d'aiuto?

Suggerisci una modifica

1
0
Violetta Costanzo

Violetta Costanzo @violetta.costanzo

I am an Italian marine biologist with a great passion for travels, photography and video-making. After having been given the opportunity to work in Japan for six months, my love for this country has grown bigger.I am here working as a freelance translator, which allows me to read many articles about travel destinations and experiences in the country of the rising sun.

Original by Bridget Ye

Lascia un commento